Aggiornamenti sui prodotti finanziari

//Aggiornamenti sui prodotti finanziari

Aggiornamenti sui prodotti finanziari

Il DL 66 del 24/04/2014 pubblicato sulla GURI n.95 del 24/04/204 dispone l’aumento dell’aliquota delle ritenute e delle imposte sostitutive sui redditi di natura finanziaria al 26% a partire dal 01 Luglio 2014.
Tale aumento riguarda tutti i redditi di natura finanziaria, di capitale e diversi (capital gain), precedentemente tassati ad un’aliquota del 20%. Di seguito si riporta il dettaglio dei redditi interessati:

  • Redditi di capitale divenuti esigibili e redditi diversi realizzati a partire dal 01/07/2014;
  • Dividendi percepiti dal 01/07/2014;
  • Interessi e proventi derivanti da conti correnti e depositi bancari e postali, obbligazioni, titoli simili od assimilabili maturati al 01/07/2014;

Per l’effettiva operatività di tale disposizione in riferimento ai titoli emessi dai “grandi emittenti”, le banche e gli altri intermediari finanziari provvederanno ad accreditare e addebitare il conto unico come segue:

  • Il 30/06 per i titoli senza cedola o con cedola a scadenza inferiore ad un anno;
  • In occasione della scadenza della cedola o alla data della cessione o del rimborso del titolo;
  • In considerazione al valore di cambio alla data del 30/06/2014 per titoli in valuta estera.
  • Ai contratti pronti contro termine, dal giorno successivo alla data di scadenza del contratto, pertanto la tassazione con la previgente ritenuta al 20% viene mantenuta sino alla scadenza del contratto.
  • Ai redditi di capitale maturati successivamente al 30/06 su contratti di assicurazione vita e di capitalizzazione, sottoscritti fino a tale data.
  • Risultato delle gestioni individuali di portafoglio maturato, per competenza a partire dal 01/07/2014.

La normativa prevede però delle esclusioni contemplando aliquote agevolate per alcune fattispecie  come ad esempio gli interessi ed ogni altro provento derivante da:

  • Titoli di stato Italiano e titoli di stato appartenenti alla white list;
  • Titoli emessi da enti locali ma equiparabili a titoli di stato;
  • Titoli di stato emessi da organismi sovranazionali.

Mantengono inoltre l’aliquota agevolata al 12.50% anche i proventi realizzati in gestioni patrimoniali, polizze assicurative e fondi comuni. Inoltre:

  • I titoli di risparmio dell’economia meridionale, relativamente ai soli interessi, mantengono l’aliquota del 5%;
2017-05-29T09:34:29+00:00 29 Maggio 2017|News|